Cookie Consent by Free Privacy Policy website

Falanto Chorus

Taranto
TA - Puglia
58 Componenti
17 Soprani
18 Contralti
10 Tenori
13 Bassi

Il nostro coro

Il primo nucleo del coro risale al 1971 quando il maestro Saracino costituì e diresse il coro de I cantori della Concattedrale di Taranto; detta compagine successivamente assunse il nome di Coro Polifonico Tarentum ed ancora dopo divenne Coro aggregato all'Associazione onlus Amici della Musica "Arcangelo Speranza" di Taranto. I suoi componenti possono vantare, alle spalle, molteplici concerti, concorsi e registrazioni vocali a cappella e con orchestra.

Su iniziativa del direttore, maestro Pierluigi Lippolis, per affrancarsi da tale Associazione nel 2004 nascono i Tarenti Cantores con la presidenza di Onofrio Lattarulo.

Tra i lavori realizzati, particolare rilievo assumono: il concerto monografico dedicato a Bach in occasione del 250° anniversario della scomparsa (2000), il "Requiem" di Fauré e la "Petite Messe Solemnelle" di Rossini, la "Via Crucis" di F.Liszt eseguiti in prima assoluta in Taranto, la "Sinfonia dei Salmi" di Stravinskij.

Nel Luglio 2005 ha partecipato alla I Edizione della Rassegna corale "Petra Matrix" di Matera; nel Giugno 2006 ha vinto il I premio al Concorso Internazionale "Valeria Martina" tenutosi a Massafra (TA) e nel dicembre dello stesso anno ha eseguito in prima assoluta in Italia il "Magnificat" di John Rutter sotto la direzione di Giovanna Facilla.

Nel luglio 2010 si consuma la scissione dei Tarenti Cantores. La maggioranza dei coristi col Presidente Onofrio Lattarulo fonda nell'ottobre del 2010 l'associazione Choral Iter che esordisce nel dicembre 2012 con la "Missa Choralis" di Liszt cui segue un'intensa attività concertistica largamente ispirata ad opere di Paisiello in cui rivestono particolare importanza il "Te Deum" e la "Missa Defunctorum" dello stesso autore, cui segue "La Passione di Cristo" di Perosi nel marzo 2019.

Alla fine dello stesso anno il maestro Lippolis, dopo oltre venti anni di attività, lascia la direzione del coro.

Gli succede Carmen Fornaro, che inizia le prove nei locali del conservatorio nella città vecchia e quando il decreto "Resto a casa" ferma ogni attività, la direttrice rassegna le dimissioni.

Nella pausa imposta dall'estate e dalla pandemia assume la direzione del coro Nicola Luzzi, voce solista dei bassi ed incaricato delle prove di classe di bassi e tenori. La data del 14 giugno 2021 segna l'inizio del rallentamento dell'epidemia e, a sottolineare l'uscita da un periodo travagliato e di incertezze, il coro assume il nome di Falanto Chorus, mezzo attraverso il quale l'associazione Choral Iter APS persegue gli obiettivi enunciati nello STATUTO

Foto gallery

Clicca sulle foto per ingrandire

I nostri coristi

Giovanna Adamo
Soprano
Tiziana Angolano
Soprano
Barbara Capilupi
Soprano
Elia Angela Colacicco
Soprano
Lucia Di Pinto
Soprano
Anna Fontana
Soprano
Floriana Galluccio
Soprano
Eleonora Giungato
Soprano
Maria Pina Massa
Soprano
Nicoletta Milano
Soprano
Giuseppina Palmisano
Soprano
Irene Daniela Peretto
Soprano
Deborah Petrosillo
Soprano
Mary Piepoli
Soprano
Rossella Roma
Soprano
Vita Salerno
Soprano
Carmela Valentini
Soprano
Maria Chiara Albano
Contralto
Angela Barricelli
Contralto
Cristiana Caffio
Contralto
Barbara Cappellari
Contralto
Maria Pia Caputo
Contralto
Anna Maria Caramia
Contralto
Gabriella Castaldi
Contralto
Vanda Di Menza
Contralto
Clara Fontana
Contralto
Rosa Fricelli
Contralto
Elvira Gigante
Contralto
Anna Rita Intermite
Contralto
Antonella Mondella
Contralto
Nunzia Nobile
Contralto
Maria Piera Patriciello
Contralto
Trizia Pulpito
Contralto
Anna Maria Raffo
Contralto
Gabriella Rolli
Contralto
Francesco Calviello
Tenore
Salvatore Caminiti
Tenore
Cesare De Simone
Tenore
Domenico Fraccica
Tenore
Alessandro Frisenda
Tenore
Gianfranco Gisonda
Tenore
Osmanno Antonio Longo
Tenore
Marcello Maioli
Tenore
Antonino Ruggiero
Tenore
Franco Tucci
Tenore
Martino Bianchi
Basso
Porfirio Canetti
Basso
Pietro Colella
Basso
Pietro Corvace
Basso
Antonio De Tuglie
Basso
Gino Ferrari
Basso
Giuseppe Fraccica
Basso
Francesco Internò
Basso
Lucio Latanza
Basso
Salvatore Mercurio
Basso
Saverio Olmo
Basso
Michele Prenna
Basso
Antonio Risolvo
Basso

I nostri collaboratori

Nicola Luzzi
Musicista
Fabio Corrado
Tecnico
Cosimo Perillo
Tecnico
Onofrio Lattarulo
Volontario non corista

Video gallery

Audio gallery

Aggiungi un posto a tavola
2022
Alegria - Cirque du soleil
2022
Alleluja - Haendel
2022
Amate adea
2022
Carol of the bells
2022
Get happy
2022
Il piccolo suonatore di tamburo
2022
Inno di Mameli
2022
Jingle bells
2022
Ninna nanna d'argiento
2022
Oh happy day
2022
Oh holy night
2022
Pastorale tarantina
2022
The Lord bless you and keep you
2022
White Christmas
2022

Il nostro repertorio

Musica sacra o a soggetto religioso
• rinascimentale • periodo classico • romantica • liturgica
Musica profana
• contemporanea
Canti ed elaborazioni popolari
• regionali • italiani • internazionali
Altri repertori
• spiritual & gospel • pop e leggera • jazz • altro

I nostri programmi musicali

Amici molto più che umani
spettacolo teatrale con accompagnamento corale
Che cos’è davvero l’amicizia? Questa domanda è il punto di partenza dello spettacolo dal titolo “Amici, molto più che umani” che sarà messo in scena domenica 26 maggio (inizio ore 20:30) all’Auditorium Tatà di Taranto (sito in via G. Deledda) dai giovani attori della Compagnia Teatrale “Le Maschere”. Un gruppo di ragazzi di una scuola si ritrova a svolgere un laboratorio di fine anno, anche se non riescono in nessun modo a collaborare o andare d’accordo. Gli amici non esistono, gli amici tradiscono, dagli amici mi guardi Dio che dai nemici mi guardo io; questi sono i pensieri dei ragazzi all’inizio dello spettacolo. Quello che costringe i ragazzi a collaborare è la scoperta che il laboratorio non è un semplice corso di fine anno, ma una prova del fuoco, se non verrà superata, verranno espulsi dalla scuola. Il preside avrà l’ultima parola sull’elaborato finale e sulla permanenza dei ragazzi a scuola. Secondo quello che viene realizzato dai ragazzi, a salvare l’umanità dall’estinzione nei secoli è stata l’amicizia, ciò che rende gli esseri umani, molto più che umani. I testi e la regia dello spettacolo sono curati da Vito Abbondanza che sullo spettacolo afferma: “A questo spettacolo ci tengo particolarmente perché i protagonisti sono i miei ragazzi al quale parteciperà anche il Falanto Chorus. Lo spettacolo tratta dell’amicizia che riguarda tutti sia i più giovani che gli adulti. Il punto di partenza per noi è stato “Cos’è l’amicizia?” I nostri ragazzi hanno iniziato a sviluppare questa tematica partendo dal lato negativo infatti l’amico è quello che ti tradisce e di lui non ti puoi fidare, dagli amici mi guardi Dio che dai nemici mi guardo io. Dallo sviluppo di questa tematica, i nostri giovani attori dovranno superare un compito e chi verrà ad assistere allo spettacolo scoprirà cos’è davvero l’amicizia e se i ragazzi avranno superato o no il compito. Questo spettacolo è il nostro fiore all’occhiello, lo scorso anno piacque molto l’altro spettacolo che portammo in scena con i nostri allievi trattando la tematica della guerra. Quest’anno abbiamo trattato un tema più vicino ai giovani e vogliamo che anche il pubblico adulto sia attratto da questo spettacolo. Chi ha veramente degli amici? Forse è questa la domanda a cui lo spettatore potrà rispondere dopo avere visto lo spettacolo perché in un mondo come questo dove siamo così vicini e lontani nello stesso tempo con i social network, i follower e tanto altro non ci rendiamo conto di cos’è davvero l’amicizia e non capiamo chi sono i veri amici”. Per tutti gli interessati la sede de “La Compagnia Le Machere” è sita a Taranto in via Salina Piccola, 4 - Zona Taranto 2, le prevendite sono attive in sede ogni venerdì dalle ore 18:30 alle 20:30 e il sabato dalle ore 09:00-11:00 e dalle ore 17:00-19:00. Posto unico al prezzo di €. 10:00. Per info biglietti chiamare il numero 353/4295285.
Visualizza Nascondi
Ciak ... si canta!!!
Primavera-estate 2022
Brani arrangiati per SATB tratti da celebri film italiani e stranieri.
Visualizza Nascondi
Donne da in...canto
programma estivo 2023
Progetto musicale che, partendo dai nomi femminili titoli di canzoni più o meno famose, solleva lo sguardo grato sull'universo femminile e le sue innumerevoli meraviglie, ma anche sulle più che mai attuali situazioni in cui esso è fatto oggetto di violenza, sottomissione, disparità e distinzione.
Visualizza Nascondi
Fàlanto chorus: note a spasso per il mondo
Estate 2024
Un viaggio tra vari generi musicali partendo dai titoli dei brani per viaggiare in tutti e cinque i continenti, ballando e cantando a ritmo di country, bossa nova, mambo, pop, jazz, swing e musica popolare.
Visualizza Nascondi
Il Sogno di una notte nel bosco
4/6/2023
Un viaggio onirico condito da sofferenza ma anche da umorismo, una linea sottile unisce commedia e dramma ne “Il Sogno di una notte nel bosco”: lo spettacolo, scritto e diretto da Vito Abbondanza, andrà in scena domenica 4 giugno al Teatro Tatà di Taranto con sipario alle ore 20:30. L’opera sarà portata in scena dai ragazzi della Compagnia “Le Maschere” e dagli attori: Mimma Locritani, Marta Zagaria, Francesco Bergami, Gianfranco Maresca e Fabrizio Locritani. Lo spettacolo è liberamente ispirato al “Sogno di una notte di mezza estate” di William Shakespeare come conferma lo stesso regista: “Quell’opera - afferma Abbondanza – è stato il punto di partenza artistico di questo viaggio con tutti gli attori del cast, l’evoluzione dello spettacolo però è completamente differente”. Il racconto nasce dal viaggio di un gruppo di individui all’interno di un bosco. Nel bosco si perdono tutti e come accade nel viaggio dantesco per gli inferi iniziano un nuovo percorso: una riscoperta di ciò che sembrava perduto, la voglia di raccontare e raccontarsi, la voglia di stare insieme e di aiutarsi fino a fare un sogno collettivo. Sogno in cui gli individui non sono più sé stessi ma diventano creature allegoriche che vivono nel bosco. In questa suggestione onirica le creature si dividono in fazioni e vengono indottrinate con futili ragioni a fare la guerra. Il consiglio del bosco convocato per evitare la guerra cerca con la diplomazia di evitare qualsiasi conflitto ma è tutto inutile la guerra è inevitabile come inevitabili sono le sue conseguenze: il dolore, la fame e la morte! Dopo la fine della guerra la suggestione onirica finisce e gli individui svegliandosi risvegliano anche la loro coscienza collettiva, e ciò che avranno imparato è che la guerra è cattiveria e che a governare il mondo non può che essere l’armonia. Non mancheranno all’interno dello spettacolo momenti di umorismo propri della commedia. Le colonne sonore saranno interpretate dal Falanto Chorus diretto dal maestro Nicola Luzzi e composto da 50 elementi. Regia di Vito Abbondanza Direttore tecnico Cataldo Abbondanza Direttore del Coro Nicola Luzzi
Visualizza Nascondi
Mater, mors, resurgo
Pasqua 2024
Primavera 2024 Fàlanto Chorus in: CONCENTO IERATICO: VITA, MORTE, RESURREZIONE. Il progetto sopra riportato si inquadra nelle attività concertistiche del Fàlanto Chorus per la primavera 2024. Si tratta di un percorso spirituale che partendo dalla datrice della vita, la Madre, sin dall’Annunciazione (che quest’anno per motivi liturgici di concomitanza con la Settimana Santa è stata posticipata al giorno 8 aprile) proiettata sul Figlio e già potenzialmente Madre di Dio, si sviluppa passando per il dolore della Passione e della morte fino all’estasi della rinascita risorgente. Questo percorso avrà come sottofondo musiche di Bach, Mozart, Bruckner, Arnesen, Lotti, Haendel, Jenkins, Vivaldi, Pergolesi, Tavener, Rutter; il percorso musicale si farà anche didascalico attraverso una voce narrante che sottolineerà i tre grandi momenti della Vita (Madre), Morte (Abisso) e Resurrezione (Estasi). La narrazione musicale avverrà con brani in: latino, italiano, inglese, tedesco, in un arco temporale che va dal 1700 del Crucifixus di Antonio Lotti (definito “un brano che per tre minuti ci fa sentire più vicini a Dio”) al 2010, anno in cui Kim André Arnesen compone il suo Magnificat, brano già vincitore di innumerevoli riconoscimenti ed acclamato con un riscontro travolgente di apprezzamento da parte della critica e del pubblico, anche se finora poco rappresentato in Italia, passando per “The Lamb” di John Tavener, colonna sonora del film premio oscar 2014 “La Grande Bellezza” di Sorrentino.
Visualizza Nascondi
Nataliter 2021
Nonostante il Covid, resilientemente, si torna a cantare ...
Brani della tradizione natalizia italiana ed internazionale
Visualizza Nascondi
Nataliter 2022
Brani della tradizione natalizia italiana ed internazionale, di cui parte arrangiati dal direttore per coro SATB
serie di concerti per il periodo natalizio 2022
Visualizza Nascondi
Nataliter 2023
concerti di Natale 2023
Il Falanto Chorus presenta il concerto di Natale con brani dal XIII secolo ai giorni nostri. Non perdete l'occasione di vivere le intense sensazioni del Natale in un'imperdibile esecuzione dal vivo di bellissimi brani provenienti da diversi generi musicali nella suggestiva interpretazione del Falanto Chorus
Visualizza Nascondi

I prossimi concerti

Visualizza passati

Contattaci

Choral Iter APS-ETS

Sede e recapito postale
Domenico FraccicaViale Pirro 774121 Taranto
Sede prove
Chiesa Ss. Medici Cosma e Damiano
Piazza Ss. Medici Cosma e Damiano
74121 Taranto (TA)